mercoledì 29 ottobre 2014

SQUALLIDO

Fra i miei autori preferiti c'è sicuramente Andrea De Carlo. In uno dei suoi passaggi più azzeccati dice: "Se le donne sapessero con chi escono davvero a cena, con chi si infilano a letto, con chi fanno colazione la mattina. Chi è davvero l'abomimevole fissato con cui convivono, il maniaco delle proprie cose, il bambino cresciuto sempre in cerca di nuovi giocattoli, il guardone masturbatore, che si consuma gli occhi in siti pornografici, il russatore abbuffone svaccato e incurante in cui si è trasformato nel giro di qualche mese o anno, l'uomo che le aveva assediate con sorrisi e frasi fatte e gesti stereotipati e pura insistenza martellante, fino a convincerle di essere il migliore che potessero mai incontrare." Se avete più di 40 anni sapete che è tutto vero. Mi accusano di averla sempre su con gli uomini, allora ogni tanto sto zitta. Ma questa De Carlo me l'ha servita come un dritto che non si può sbagliare, è game. Ci diventano, niente da fare. Provano a partire vincenti, ma poi, la loro natura triviale, prende la piega del letto e si sbragano. Avallo ogni virgola. Incuranti, si profondono in canti che diventano suoni, echi ritardati. E tu, che ti sei fondata su quelle insistenze assedianti, ti trovi assediata dai suoi difetti. I messaggi del primo periodo, sono il dubbio delle carte dei baci Perugina copiati. Il dopo sono amnesie irreversibili, con tanto di abiura del primo periodo. Maniaci, vero. Dominati dai loro giochini costosi, le loro fissazioni, le loro macchine, le loro tavolette, i loro sci, la loro carriera,non si tocca niente, vanno in fissa con gli oggetti, con gli status,o con le donne che si spogliano on Line. Sembrano nevrotici. Svaccati, ecco il termine giusto che raccoglie l'atteggiamento della maggioranza degli uomini, senza mantenere il fascino che dura giusto il tempo di una scoraggia. Eccoli qua, fra rumori che escono dalla bocca e dall'ano, o ubriachi di alcool o ubriachi di sé stessi. E una dovrebbe anche continuare ad esserne affascinata. Che coraggio, che missione impossibile. Abominevole dice De Carlo, squallido aggiungo io.

Nessun commento:

Posta un commento