mercoledì 10 giugno 2015

.....E TORNA L'ESTATE

C'è sempre un'altra estate, e per fortuna! A settembre, sembriamo tanti cubani prestati che tornano ognuno alla propria cava di pietre da spaccare; per tutto l'inverno rimaniamo in assetto da lavoro forzato, perdendo colore ed entusiasmo. Poi torna l'estate, e tutto cambia, tutto si vivacizza, dinamizza, colora, spera. Ecco , l'estate è la stagione della speranza, del "ce la posso fare ad avere un posto al sole", "ce la posso fare a vivere col sole in faccia". La luce, il caldo, i ritmi diversi, il mare, fanno dì una vita comune, una vita diversa:cosa Cambia? Tutto e niente, cambia l'atteggiamento mentale, stimolato da condizioni favorevoli. Io che non sopporto il freddo in estate divento un'altra;l estate è congeniale alla mia vera natura, e in questi mesi mi viene fuori il meglio. La testa mi cammina ad una velocità impressionante, e la voglia di fare è folgorante. Mi carico di energia inesauribile dalla mattina presto. Wilde dice che, non è saggio trovare simboli in tutto ciò che l uomo vede, perché il simbolo fa la vita piena di terrori. L'estate è esente da simboli, è libera. I simbolismi, di cui ci carichiamo durante l anno, diventano pesi da trascinare che generano ansie. Ci creiamo da soli le forche, pronti anche a donargli il collo, quando tutto ciò che serve è la luce dentro e fuori, la libertà di alzarsi all'alba e salutare un altro giorno. Far sorgere l energia di passioni ogni giorno, esattamente come fa il mare col sole quando lo rivela...e torna l'estate

Nessun commento:

Posta un commento