mercoledì 27 novembre 2013

LA VERITA'

Dico sempre ciò che penso … e questo rende frequenti i malintesi. Sembrerebbe assurdo ma è proprio così. La gente si vuole sentir dire delle belle, e sane bugie per intrattenere rapporti, finti ma costanti. Se ti affacci a dire una cosa vera, o sarà capita male, e molto spesso tacciata come una bugia, oppure quello che hai davanti si offenderà. Nessuno più sa gestire la verità, nessuna maturità affettiva, tutti troppo elementari nella struttura emotiva, permalosi rispetto a mancanze che colgono tutti. Sentire la verità qual’ è offende, come ai bambini piccoli quando dici loro, che sono ancora troppo piccoli per arrivare ad aprire un’anta, o qualche altra cosa che è posta in alto. Però se è vero che i bambini hanno la speranza di crescere, gli adulti che speranze hanno? La gente vuole essere portata per i fondelli, perché non vuole crescere, non si vuole misurare con un deficit che potrebbe essere superato, solo dopo aver avuto la sincerità di ammetterlo, ogni ammissione è un passo da gigante verso la maturità. Dici una cosa vera, per il bene, e quello capisce che lo dici per invidia, gelosia o altro, le bugie si dicono con questo fine, ma la verità, chi ha il coraggio di dirla, la dice per farti un favore. E su, arriviamoci all’antina.

Nessun commento:

Posta un commento