Post in evidenza

IL NAOMISMO- IL CULTO DELLO STILE

giovedì 16 maggio 2019

IL NAOMISMO- IL CULTO DELLO STILE

Allora vi dico una cosa: stiamo confondendo la giovinezza con lo stile. La giovinezza è uno stato che prende una porzione di vita, pochissima ve lo posso garantire. Lo stile invece è una conquista che si fa nel corso del tempo e che dura tutta la vita. Nell'era Social si attribuisce stile e fascino a ragazze che in realtà hanno solo la giovinezza. E tu dici: ti pare poco? No, assolutamente, dico solo che c'è un fraintendimento siccome la gente è sommaria, e dà definizioni sommarie, la fine è che, Instagrammer e social girl, passino come trasudanti stile. Non è così. Innanzi tutto con la innata predisposizione allo stile ci si nasce (o ce l'hai o pazienza), poi il tempo e la maturità ti fanno affinare le armi, e capisci: come, dove, quando. La costruzione di uno stile personale richiede studio, scelte consapevoli, e una personalità definita. Lo stile è donna, la freschezza è gioventù: concetti diversi; dall'essere ragazze e avere la natura a favor di vento-ci siamo passate tutte- a diventare donne di stile per tutta la vita è un altro conto, lì in molte non ci arrivano né prima, né dopo, né durante. Che io veda centinaia di foto con le solite dita a V, o la linguaccia, o micro bikini osati a 18 anni, a me che sono donna, non fa nè caldo nè freddo; alzano il testosterone agli uomini, ma il loro è uno scopo meramente fisiologico, e la fisiologia con lo stile non ci ha mai azzeccato nulla. Quale donna guardo io? Quella che mi trasmette un non so che, il sensus vagus, per cui a prescindere dall'età mi cattura, mi costringe ad osservarla, a capire quale sia il suo segreto, mi costringe ad una attenzione. Lo stile, il fascino, sono un modo di essere , non uno zaino che prendi quando ti serve poi lo molli una volta esaurito il contenuto, quella è civetteria ... In una donna di stile osservi le movenze, il linguaggio, il portamento, il modo di parlare, noti le sue caratteristiche di sempre, non solo di quando è osservata. In una ragazza guardi la pelle fresca e le tette alte: nel giro di qualche anno però, quando tutto finisce, rivedi sua madre: era fascino? No, era civetteria fiancheggiata dalla giovinezza. Una donna di stile migliora con il tempo: Iris 93 anni non ha nulla a che fare con le donne normali, lei è Iris. Lo stile è un modo di essere, non si camuffa, non si maschera, è la cifra di alcune, di pochissime, che prendono il meglio della loro femminilità sobria, senza farla diventare sessismo, e ne fanno classe, charme. Ora la sovraesposizione di immagini, invece di evidenziare le differenze, ha confuso le definizioni. Questa cosa mi turba. Mi turba che le vere donne stilose siano confuse con chi usa la civetteria per abbindolare un maschio... Imparate i precetti e poi vedremo se ancora mi farete le linguacce. NAOMI

giovedì 9 maggio 2019

FLAMBOYANT.

E qui apriamo un tema meraviglioso, e cioè quello delle donne dinamiche, forti, piene di spunti e di personalità, un po’ gotiche, un po’ etniche, un po’ gipsy, ma anche tanto metropolitane, quindi a volte cariche, sgargianti, esagerate, ma anche no... Donne fiammeggianti, scoppiettanti, poliedriche, versatili, intelligenti. Che Dio ce ne mandi ad eserciti. Se sei così non puoi non trasmetterlo al mondo, se fai le scintille si vede, e non puoi tenerle nascoste, sarebbe un dannatissimo peccato contro l’umanità fashionista. Il tuo stile quindi per essere flamboyant deve eliminare ogni velo di incertezza, tristezza, malinconia, e comunicare un’immagine di te positiva, attraente, affascinante. Dal tuo mood, a volte carico ma padroneggiato con maestria, deve nascere la dipendenza di chi non vede l’ora di incontrarti e farà sembrare l’assenza una perdita. È questo il senso che diamo al termine Flamboyant, esattamente come fanno i grandi chef francesi quando incendiano il flambè, voi dovete incendiare chi vi guarda di sorpresa.

martedì 30 aprile 2019

COLORQUAKE

Provate a farvi una foto vestite di nero, e poi provate a farvene una invece con un outfit colorato. Risultato: il secondo rende in foto molto di più del primo. Il colore è vita, basta guardarsi intorno per capire che in natura il non colore non esiste, tutto ha un pigmento che rivela una sfumatura cromatica che imprime una sensazione e una caratteristica. Il Colore è Vivacità, è Allegra, è Attrazione, è Vita. Il colore è uno stato d’animo si sa e nei colori scuri di solito cerchiamo una via di defilazione dal mondo e dagli occhi indiscreti, l’essere non visti e giudicati. Però, la vita non può essere sempre nera. Anche se il grande YSL diceva che non esiste un nero, ma dei neri, ci sarà il momento in cui la vostra anima chiederà necessariamente il colore, e quello sarà il vostro momento più splendente, radioso, femminile. Approfittatene. Ve lo dice una che ha passato metà della sua vita in nero. C’è un momento in cui davvero non puoi più tollerarti senza colore,senza luce, senza tridimensionalità: vuoi vederti diversa, e con il nero questo effetto non lo potrai mai riprodurre. Vestire perennemente di nero è come essere sempre in assenza di luce, come guardare la TV in bianco e nero e le signorine buona sera. Sui colori da adottare per ognuna, vanno valutati asseconda del proprio sottotono. Ognuna di noi ha dei colori che la esaltano ed altri che la devastano, dipende se siete calde o fredde, e non è una battuta a sfondo sessuale … l’analisi del colore è una cosa fondamentale da fare per poter usare i toni a proprio vantaggio. Farsi fare una valutazione da una persona esperta è fondamentale per non sbagliare i propri outfit. Quanti colori mettere insieme? Dipende, mixare i colori è una vera abilità, c’è qualcuna che già con due fa casini, e qualche altra anche con quattro è perfettamente bilanciata, l’abilità è nel colpo d’occhio. Colori complementari o perfettamente opposti è la regola di base. Nel mezzo ci può essere un immenso cattivo gusto. Nel prossimo articolo parleremo anche del nero e del bianco cioè i due non colori, uno inflazionato e l’altro non abbastanza interpretato. Intanto fate una prova con un outfit colorato e inviatemelo, lo valuteremo insieme.